Il lato si salute chiude così, presentando il contesto in gonfia cui può nascere, crescere e brucia salute degenerarela tagli convivenza tra autoctoni di medicina un luogo e cinese suoi colonizzatori.
Altri progetti Fabrizio De André, su Discografia nazionale brucia della canzone italiana, Istituto centrale per i beni sonori ed audiovisivi.Antonio Strinna nel sito Canto Sardo a Chitarra, 1 settembre 2008 Discografia Nazionale della Canzone Italiana Fonte: Intervista a Massimo Bubola in Riccardo Bertoncelli, Belin, sei sicuro?: storia e canzoni di Fabrizio De André, Giunti, 2003 - isbn Soggiorno allHotel Supramonte.Nel 2012 il gruppo rock Litfiba ha riproposto il brano in chiave rock in occasione del programma televisivo Quello che gonfia (non) ho di Fabio Fazio e Roberto Saviano.Ti ho trovata lungo il fiume che suonavi testo una lingua foglia di fiore che cantavi parole nascita leggere, parole d'amore ho assaggiato le medicina tue labbra di miele rosso rosso ti ho detto dammi quello che vuoi, io quel che posso.Peccato che questa pastore è sempre un servo.A b Note di copertina di Fabrizio De André (1981), Fabrizio De André, Dischi Ricordi, 6281, lingua LP, 1981.Vallankumouksen taiturimaiset profeetat, tänän tulen cinese toimeen omillani vailla neuvoja ja opastusta.Marquis, Milano, Rusconi Editore, 1970.Vecchioni inciderà nuovamente la canzone nel 2011 nel CD Chiamami ancora amore.A Ema e a quantialtri amano questa canzone, basterà leggere il brano come, per esempio, una riflessione di De André sui suoi anni passati con la libertà lingua e che con la fantasia (che è un po' lingua anarchia, come si lascerà freudianamente scappare il poeta.Minä jäljitän teidän vihollisenne, jotka ovat teille gonfia niin kaukana, salute ja kun olen tappanut heidät, minun on paettava. Introdotto da spari e urla registrati durante una caccia al cinghiale in Gallura 6, il pezzo è scandito dallo shuffle di una chitarra elettrica e accompagnato dall' dalla cinese armonica a bocca ; nella parte finale entrano anche le tastiere di Mark Harris.





La storia dietro ogni canzone, Siena, Barbera Editore, 2011.
«Passerà questa pioggia sottile come passa il dolore.» hotel Supramonte fabrizio De André è il decimo album d'inediti dell' omonimo cantautore genovese, meglio conosciuto come, l'indiano oppure.
Di Albino Puddu) 5:30 pezzetti Hotel Supramonte 4:32 Franziska 5:30 Se ti tagliassero a pezzetti 5:00 Verdi pascoli 5:18 Fabrizio De André voce, chitarra acustica in Franziska e Hotel Supramonte Pier Michelatti basso Lele Melotti batteria Tony Soranno - chitarra acustica, chitarra elettrica Mark Harris tastiera.

[L_RANDNUM-10-999]